165 – SpaceX, Starship test riusciti.

SpaceX di Elon Musk completa una parte importante di Test con la Starship SN15. Scopriamo insieme il progetto generale e vediamo a che punto siamo.

Ti ho parlato diverse volte delle missioni SpaceX. Dei vettori Falcon 9, di Starlink ed anche delle navicelle Crew.

Oggi approfondiamo insieme i test in corso per Starship e le sue finalità.

Partiamo dagli ultimi fatti avvenuti.

Credits: SpaceX

Il 5 Maggio la Starship SN15 ha completato con successo il quinto test di volo ad alta quota di SpaceX.

I test partono dalla base di Boca Chica in Texas e fino ad ora sono stati “test ad alta quota” che prevedono:

  • decollo verticale;
  • raggiunta dell’apogeo a 10km di altitudine;
  • uno alla volta vengono spenti i 3 motori Raptor;
  • Starship a quel punto si orienta per una discesa aerodinamica controllata;
  • Il controllo aerodinamico attivo avviene tramite i due flap anteriori ed i due posteriori, tutti controllati dai sistemi di bordo;
  • I flap controllano la discesa fino alla manovra di capovolgimento durante la quale si riaccende uno dei motori Raptor per controllare la velocità di discesa;
  • atterraggio sulla piattaforma.

Questo quinto volo di prova si è concluso in modo “Nominale” con l’atterraggio verticale sulla piattaforma, i primi tre si erano conclusi con l’esplosione della Starship in fase finale, mentre il quarto era arrivato fino all’atterraggio, perfettamente riuscito, ma alcuni problemi avevano causato l’esplosione dopo qualche minuto che era al suolo.

Credits: SpaceX

Perché vengono fatti questi test?

Credits: SpaceX

Questi voli di prova mirano a migliorare lo sviluppo di un sistema di trasporto completamente riutilizzabile progettato per trasportare un equipaggio ed il carico su voli interplanetari di lunga durata. Su un orizzonte temporale più vicino aiuterà l’umanità a tornare sulla Luna e poi ad andare su Marte.

La navicella spaziale Starship, come la stiamo vedendo ora in questi test, è solo una parte di quella che effettuerà le prime vere missioni infatti sotto di essa vedremo il razzo Super Heavy.

Con questa ulteriore parte di navicella Starship sarà il veicolo più potente mai sviluppato al mondo ed avrà la capacità di trasportare oltre 100 tonnellate in orbita terrestre.

Credits: SpaceX

Quanto è grande Starship?

Dal punto di vista delle dimensioni pensate che la Starship con sotto il Super Heavy sarà alta 120 m, il suo diametro è di 9 m. La Starship da sola è alta 50 m.

Il carico utile, chiamato Payload, è di 100 tonnellate. E’ prevista una versione con Equipaggio ed una esclusivamente Cargo. Starship infatti sarà in grado di portare in orbita terrestre satelliti ed altri dispositivi, oltre che materiali e persone sulla ISS.

Che tipo di motori utilizza Starship?

Credits: SpaceX

Tutte queste missioni in orbita, verso la Luna e poi Marte saranno possibili grazie ai nuovi e potenti motori Raptor.

I motori Raptor sono una nuova famiglia di motori a razzo a Metano. Sono di fatto alimentati da Metano liquido ed Ossigeno liquido (LOX). Sono una novità assoluta perché nessun motore orbitale e Metano è mai andato oltre la fase sperimentale.

Questo motore ha il doppio della potenza rispetto al motore Merlin 1D che alimenta il primo stadio del Falcon 9 sempre di SpaceX. Falcon9 è quello che porta in orbita i satelliti Starlink oppure la navicella Crew.

Credits: SpaceX

SpaceX ha sviluppato questo tipo di motore proprio nell’ottica delle missioni su Marte infatti la scelta è legata alla possibilità di sintetizzare metano direttamente su Marte a partire dalle risorse locali. Pesano sulla scelta anche la facilità di stoccaggio, rispetto all’idrogeno liquido, e le proprietà chimiche della sua combustione che lo rendono adatto a un sistema riutilizzabile.

La produzione del combustibile su Marte sarebbe legata alla presenza di acqua in forma solida sulla superficie ed anche ad una composizione atmosferica che vede l’anidride carbonica come gas principale. Queste condizioni rendono possibile la produzione, direttamente su Marte, di metano (CH4) e ossigeno (O2). La produzione in locale è una necessità perché i viaggi su Marte devono rendere possibile il ritorno sulla Terra e per farlo è necessario produrre il carburante necessario su Marte stessa.

Credits: SpaceX

Continuerò a documentarti le missioni di SpaceX con i suoi tanti progetti perché li considero fondamentali per lo sviluppo tecnologico attuale e per le future missioni spaziali.

Conoscevi il programma SpaceX? Cosa ne pensi di questi Test e delle future missioni? Lascia un commento qui sotto e parliamone insieme.


FONTE

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy