178 – Nintendo Switch OLED è ufficiale.

Nintendo lancia ufficialmente la nuova Nintendo Switch OLED. Aspettavamo la PRO ma godiamoci questo aggiornamento.

Inutile dire che l’attesa per la nuova console Nintendo era tanta. I Rumors dei mesi scorsi ci indicavano sempre più vicina una versione Pro. E proprio in parallelo all’E3 i rumors attorno a un nuovo modello di Nintendo Switch sembravano essere spariti e ormai la rassegnazione ci portava a pensare direttamente al 2022. E invece no! Nintendo ci fa una bella sorpresa estiva senza nessun evento Direct dedicato.

Credits: Nintendo

Oggi vedremo:

Sei pronto? Via iniziamo!

Caratteristiche tecniche generali

Nintendo annuncia quindi la nuova Switch OLED. Eh sì hai letto bene OLED e non PRO, nel nome già abbiamo la grande novità. C’è infatti un nuovo display OLED. Arriverà nei negozi il prossimo 8 Ottobre ad un prezzo di 349,99 $ (vedremo quale sarà il prezzo in Euro) data non casuale ma la stessa dell’arrivo di Metroid Dread, presentato all’E3. La colorazione originale viene ora affiancata anche da una Bianca con Dock ovviamente abbinato (veramente bella).

Credits: Nintendo

Ma andiamo con ordine.

  • Dimensioni: 102mm x 242mm x 13,9mm;
  • Peso: circa 420g con i JoyCon inseriti;
  • Display: abbiamo il touch screen capacitivo, questa volta da 7″ OLED con risoluzione 1280×720;
  • Processore: confermato il pluripremiato NVIDIA Tegra;
  • Memoria interna: stavolta abbiamo 64 GB espandibili con schede microSD;
  • Connettività: presenti, lato wireless, il WiFi completo e il Bluetooth 4.1. Sulla cradle, in questo caso, è presenta anche una presa ethernet LAN. Sulla console è presente la USB-C per ricarica e connessione alla cradle;
  • Risoluzione Video: dalla cradle l’uscita video HDMI consente una risoluzione massima Full HD (1920×1080) a 60p, analoga alla console attuale;
  • Audio: Stereo sul corpo della Console ed è presente la presa jack da 3,5 mm;
  • Batteria: abbiamo un’unità da 4.310 mAh che dovrebbe garantire (in funzione dei giochi) fino ad un massimo di 9h di gioco con un tempo di ricarica di circa 3h.

Considerazioni in attesa di esperienza d’uso

Come puoi leggere dall’elenco delle caratteristiche si vedono confermati quasi tutti i rumors di questi mesi, manca all’appello però un nuovo processore in grado di spingere oltre le prestazioni soprattutto lato risoluzione, si pensava ad un uscita HDMI a 4K. A mio avviso però non è con questo metro di giudizio che vanno lette le novità portate da Nintendo che, come sappiamo, non è mai stata alla ricerca delle prestazioni tecniche pure quanto invece dell’esperienza d’uso in termini videoludici.

Analizziamo le novità per capire quanto siano importanti proprio in quest’ottica.

Il display OLED da 7″ era una delle novità attesa e per una console che ha inventato la nicchia “switch” è un elemento essenziale, la piacevolezza di giocare con questo tipo di display è evidentemente maggiore della versione precedente IPS.

Credits: Nintendo

La saturazione dei colori, la profondità dei neri e maggior contrasto sappiamo quanto siano importati, così come è importante la visibilità all’aperto ed il trattamento superficiale del display (tutti da verificare in sede di esperienza d’uso).

Sempre nell’ottica dell’esperienza d’uso, arriva il kickstand posteriore che adotta una soluzione simile a quella dei Surface di Microsoft, che ho sperimentato personalmente nel 2017, che garantisce un supporto più stabile ed una maggiore personalizzazione dell’inclinazione.

Credits: Nintendo

Ecco vedete, questi sono gli elementi ai quali Nintendo è più sensibile, cioè mettere ogni giocatore nelle migliori condizioni possibili per godere dei propri contenuti preferiti.

Credits: Nintendo

Passando all’HW notiamo che la memoria interna è stata incrementata da 32 a 64 GB (una buona notizia), sulla cradle poi è stata integrata una presa LAN per consentire una connessione cablata (più veloce e stabile utilizzando cavi con prestazioni elevate, per esempio Cat.6).

Credits: Nintendo

Confermato invece il processore Tegra che, ormai, abbiamo imparato a conoscere ed utilizzato anche su altri dispositivi come per esempio Nvidia Shield (utilizzo entrambi i dispositivi e posso confermare che questo processore fa un lavoro eccezionale sia lato prestazioni che consumi e riscaldamento). Peraltro anche Nvidia Shield è dotata anche di una connessione cablata LAN.

Confermato lato Audio lo Stereo già molto valido sulla versione attuale.

Credits: Nintendo

Alla luce di tutto quello che abbiamo visto, possiamo dire che non si tratta di una nuova Console ma di una evoluzione tecnica naturale di una Console nata con una marcia in più fin dall’esordio. Così avanti sulla concorrenza che nessuno (fino ad ora) ha voluto insidiare il posizionamento di questo prodotto, gli altri hanno puntato su altri elementi di differenziazione e di esperienza d’uso, Nintendo segue da sempre una sua filosofia videoludica (che piaccia o no).

In attesa di poter toccare con mano quanto presentato vorrei sapere cosa ne pensi e se stai valutando l’upgrade dal modello attuale oppure se pensi di iniziare al videogioco in mobilità con questa nuova Nintendo Switch OLED. Lascia un commento qui sotto e parliamone insieme.


SPECIFICHE TECNICHE

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte Privacy.