397 – iPhone violato da Pegasus nel 2021, l’UE ha le prove

Il commissario UE alla Giustizia, Didier Reynders, ha informazione da Apple che il suo iPhone potrebbe essere stato violato nel 2021.

L’Unione Europea ha trovato prove che gli smartphone utilizzati da parte del suo personale sono stati compromessi dal software spia di un’azienda israeliana, lo afferma l’alto funzionario della giustizia dell’Unione.

In una lettera inviata il 25 luglio al legislatore europeo Sophie in ‘t Veld, il commissario per la Giustizia dell’UE Didier Reynders ha affermato che Apple gli ha detto nel 2021 che il suo iPhone potrebbe essere stato violato utilizzando lo spyware Pegasus. Si tratta di un software sviluppato e venduto a clienti governativi dalla società di sorveglianza israeliana NSO Group.


Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy