336 – Top news, 2022 settimana n.15

La selezione di top news tecnologiche della settimana, riassunte e disponibili in un solo posto con tutti i link per approfondire. Anche in Podcast.

Ascolta “#15 Top news 2022” su Spreaker.

1 – Amazon

Amazon annuncia la collaborazione con Arianespace, ULA e Blue Origin per lanciare i 3.236 satelliti della costellazione del Progetto Kuiper. Fonte

2 – Mercato Globale PC

Il mercato dei PC ha avuto un buon inizio nel Q1 2022 poiché le entrate complessive sono cresciute di oltre il 15% a fronte di un calo delle spedizioni del 3%. Fonte

3 – Renault

Secondo gli analisi Renault sta esplorando la possibilità di separare le attività legate alle auto elettriche da quelle con motore endotermico. Fonte

4 – Energia Solare

I ricercatori di Stanford studiano come riuscire a produrre elettricità anche di notte con pannelli fotovoltaici sfruttando il raffreddamento radiativo. Fonte

5 – NASA

SpinLaunch e NASA firmano lo Space Act Agreement per testare l’innovativo sistema di lancio con l’acceleratore di massa entro la fine del 2022. Fonte

6 – Twitter

Elon Musk ha annunciato di voler comprare Twitter per circa 43 miliardi di dollari. Qualche giorno fa aveva comprato oltre il 9% delle azioni del social network. Fonte

7- Meta

Meta pensa ai suoi primi occhiali AR da commercializzare nel 2024. Si parla di due versioni, una più economica e legata ad uno smartphone, l’altra potrebbe avere una vita propria ed utilizzare l’elettromiografia per impartire comandi. Fonte

8 – RaidForums

Grazie ad un’importante operazione investigativa di FBI, Servizi Segreti ed Europol è stato sequestrato il sito RaidForums.com che pare essere uno dei principali repository online di password rubate. Fonte

9 – Nissan

Nissan annuncia che, nell’ambito del piano Nissan Ambition 2030, lancerà sul mercato le nuove batterie allo stato solido entro il 2028. La prima linea di produzione per i prototipi sarà pronta già nel 2024. Fonte

10 – Apple

Apple conferma l’inizio della produzione di parte degli iPhone in India dopo il superamento di alcuni problemi legati alle condizioni di lavoro. Apple è molto attiva nella ricerca di soluzioni alternative alla sua dipendenza dalla Cina per questo è necessario diversificare la produzione. Fonte


Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte Privacy.